ALIMENTAZIONE VEGANA

Mangiare vegano vuol dire nutrirsi di piante e non di animali. Questa è la nostra alimentazione ideale e la salute aumenta enormemente quando iniziamo a farlo. L'alimentazione vegana è diventata di enorme importanza per la nostra società attuale, cosi' come per i singoli individui.

L'alimentazione vegana, se equilibrata è dal punto di vista medico la forma di alimentazione piu' sana di tutte, oltre ad essere il modo migliore per proteggere l'ambiente, il clima e gli animali.

Le abitudini alimentari delle nazioni industrializzate hanno risvolti drammatici sulla salute dell'umanità, sul cambiamento climatico e sull'ambiente in generale, ma anche sul destino di miliardi di animali e su quello di milioni di persone affamate nei paesi in via di sviluppo. La produzione di carne inquina enormemente, piu' di qualsiasi altra cosa al mondo. Le foreste vengono distrutte per fare posto ai pascoli e alla produzione di foraggio per animali da macello. Le loro emissioni inquinano aria e acqua e danneggiano la salute di altri animali e di esseri umani nei paraggi. Per produrre la carne sono necessarie enormi quantità di foraggio, spesso cereali o soia, che potrebbero essere usati per nutrire le popolazioni povere.

Se tutti smettessero di mangiare prodotti animali in tutto il mondo non avremmo piu' problemi nè ambientali nè di povertà. Con i cereali che produciamo ora potremmo nutrire 12 miliardi di persone, quindi 4 miliardi piu' della popolazione mondiale attuale. Ma invece cosa facciamo? Nutriamo dei poveri esseri sfortunati che vivono una vita di sofferenza solo per essere mangiati. O addirittura gettati nella spazzatura: quasi la metà del cibo totale prodotto viene gettato prima o poi durante la caterna di distribuzione, una gran parte nelle case. Tutto ciò non ha senso, è ora di svegliarsi e il modo migliore per farlo è diventare vegani e grazie all'alimentazione vegetale rinascere in una maggior consapevolezza, maggior felicità e sensibilità.

Il cibo animale influenza non solo il nostro corpo provocando tutta una serie di danni come arteriosclerosi, tumori, infarti, reumatismi, diabete, alzheimer e molto altro, ma anche la mente e lo spirito. Chi si nutre di soli vegetali ha una mente piu' chiara e limpida, piu' flessibile e sveglia, e lo spirito si espande in tutta la sua bellezza, portandoci a maggior felicità, sensibilità, capacità di evolverci.

I cibi vegani non sono solo sani, ma anche estremamente deliziosi, come si puo' vedere dalle ricette del mio blog. Qui di seguito spieghero' nel dettaglio i motivi per i quali scegliere il veganesimo.

MOTIVI PER NON CIBARSI CON PRODOTTI ANIMALI:

1) CARNE E LATTICINI IN TUTTE LE LORO FORME SONO CANCEROGENI.

Ma non solo favoriscono il cancro, anche le malattie cardiovascolari, l'infarto, l'ictus, la pressione alta sono in stretta correlazione con il consumo di prodotti animali, e molte altre malattie della nostra società come il diabete, le malattie neurodegenerative come l'Alzheimer eccetera.

Questo è stato scoperto negli ultimi circa 10 anni e nel frattempo confermato da molti studi su larga scala:

C. Campbell, "The China Study"

C. Esselstyn, "Prevent and Reverse Heart Desease"

Dean Ornish "il  metodo Ornish"

Ruediger Dahlke, "Peace Food"

Nel 2015 la WHO ha dichiarato la carne e i prodotti derivati dalla carne ufficialmente cancerogeni. Il latte e i latticini hanno effetti simili o anche peggiori, ma non sono stati ancora studiati a sufficienza.

Ogni anno muoiono milioni di persone a causa dell'alimentazione scorretta, rispettivamente

2) CON IL CONSUMO DI PRODOTTI ANIMALI ASSUMIAMO ANCHE I LORO ORMONI DELLO STRESS E QUESTO INFLUENZA NEGATIVAMENTE IL NOSTRO BENESSERE

E' sempre piu' chiaro che l'organismo non è fatto solo di proteine e carboidrati ma c'è ben di piu', e introducendo nel nostro corpo un pezzo di animale che ha sofferto per anni e che è stato ucciso in maniera estremamente brutale, noi introduciamo anche la sua sofferenza, la sua ansia e la sua paura. Le sindromi da ansia sono aumentate tantissimo negli ultimi decenni, a pari passo con l'aumento del consumo della carne.

3) TUTTI GLI ESSERI VIVENTI HANNO LO STESSO DIRITTO ALLA VITA

Se volessimo vivere come i nostri antenati o come vivono gli animali carnivori, allora per ogni animale ucciso per cibarci dovremmo accettare che un nostro parente venga sbranato da un altro animale, come accadeva nel Paleolitico. Forse c'è qualcosa che non quadra nell'equilibrio odierno.

4) L'ALLEVAMENTO E' UNO SPRECO DI RISORSE, SE TUTTA L'UMANITA' FOSSE VEGANA CI SAREBBE CIBO PER TUTTI.

Per produrre la stessa quantità di carne, a parità di calorie servono dalle 5 alle 7 volte le piante che servono per produrre un cibo vegano. Come scritto sopra, il problema della fame nel mondo è causato esclusivamente dalla cattiva abitudine di mangiare prodotti animali. Ma non solo la fame nel mondo ne è la conseguenza, anche le risorse ambietali vengono sprecate.

Leggi il report ufficiale della commissione scientifica EAT

5) L'ALLEVAMENTO INTENSIVO COME AL GIORNO D'OGGI STA ROVINANDO L'ECOSISTEMA DEL PIANETA

Proprio per questo motivo, vastissime aree una volta boschive vengono oggi adibite all'allevamento, enormi superfici di foreste vengono distrutte per far posto alla soia e ai cereali che servono da foraggio per gli enormi allevamenti di maiali e di altri animali da macello, o anche per le mucche da latte. Inoltre i prodotti di scarto degli allevamenti, che sono moltissimi, inquinano fiumi e aria, a tal punto che nei pressi dei maggiori allevamenti muoiono in massa i pesci nei fiumi e le persone che abitano vicino si ammalano. La vastità dell'industria alimentare ci sta sfuggendo di mano.

6) CON I PRODOTTI ANIMALI ASSUMIAMO MOLTE PIU' SOSTANZE TOSSICHE CHE CON I PRODOTTI VEGETALI

Siccome gli animali sono al vertice della catena alimentare, in loro si accumulano le tossine contenute nei loro cibi e noi le assumiamo tutte mangiandoli. In media nella carne ci sono 14 volte piu' pesticidi che nella verdura, nel latte 5,5 volte. Secondo studi del BAG in Svizzera il 92% delle due tra le piu pericolose e cancerogene sostanze tossiche (diossina e PCB) provengono dal consumo di prodotti animali, tra i quali il 54% dai latticini. Tra queste tossine ce ne sono alcune molto pericolose, e quasi tutte sono cancerogene. Inoltre gli antibiotici, gli ormoni, gli anabolizzanti e gli altri medicinali usati in maniera standardizzata sugli animali da allevamento fanno effetto anche su di noi, e non certo un effetto positivo. In media un onnivoro assume 9 grammi di antibiotici all'anno attraverso carne e latticini, e questo favorisce la prolificazione di batteri resistenti agli antibiotici che diventano un grosso problema per la salute.

7) GLI ALLEVAMENTI ODIERNI SONO UNA TERRIBILE FONTE DI SOFFERENZA E TORTURA PER GLI ANIMALI.

L'industria alimentare non conosce alcuna pietà, in nome del denaro vengono fatte cose davvero atroci come castrazioni e taglio della coda e delle orecchie senza anestesia, vita in gabbie strette a contatto con escrementi e animali morti, separazione dei neonati dalla madre appena nati e tanto altro. Negli allevamenti una grande parte di animali diventano pazzi, l'altra parte letargica e quasi tutti si ammalano anche fisicamente. 

I vitelli da carne vengono cresciuti appositamente con grave anemia per rendere la carne piu' bianca. Non gli lasciano nemmeno leccare le sbarre della gabbia, cosa che altrimenti farebbero, nella loro estrema brama di ferro.

I pulcini maschi delle galline da uova vengono tritati vivi, ai pulcini femmina viene tagliato il becco, un sensibile organo olfattivo, perchè non si ammazzino a vicenda nella loro pazzia dovuta alle condizioni in cui vivono.

Ancor peggio sono i metodi di trasporto e quelli di uccisione, dove le persone che ci lavorano uccidono anche 2000 mucche o maiali al giorno, e non hanno il minimo riguardo. Spesso mucche e maiali vengono squoiati e squartati macchinalmente da vivi perchè l'arnese con il quale gli operatori dovrebbero ucciderli non è stato sufficientemente efficace, a volte anche appositamente perchè se il cuore batte ancora si dissanguano piu' presto. Quasi sempre al macello gli animali vengono torturati in maniera davvero sadica con ganci, barre di acciaio ed elettroshock quando si rifiutano di andare avanti, cioè nella maggior parte dei casi, visto che capiscono benissimo cosa sta succedendo, i loro compagni gli vengono macellati davanti agli occhi. Tutto è lecito, nessun operatore viene punito per aver torturato gli animali destinati al macello.

 

Faccio fatica a credere che ci siano persone alle quali non fa tristezza mangiare questi poveri animali che hanno dovuto soffrire così tanto solo per il nostro piacere (perchè di certo non si tratta di un bisogno, anzi come abbiamo visto ci fa piu male che bene). Piuttosto penso che molti non ne sono consapevoli, e anche se sanno piu' o meno cosa accade negli allevamenti, reprimono questa cosa nell'inconscio, dove però continua a farci del male. Inconsciamente siamo consapevoli di essere responsabili per l'atroce sofferenza di altri esseri viventi e questo non ci porterà di certo gioia e leggerezza. Il nostro Karma arriva sempre, inesorabilmente. Questo può anche non essere un valido motivo per tutti, c'è chi del suo Karma se ne infischia, chi non sa nemmeno cos'è e chi dice che non esiste, però tutti gli esseri umani sanno che non è giusto fare del male agli animali, nemmeno per cibarsi, soprattutto quando si avrebbe sottomano una comoda, economica e salutare alternativa cruelty-free.

DIFFERENZE TRA I VARI TIPI DI PRODOTTI ANIMALI

A questo punto secondo me i prodotti animali sono tutti da evitare, se non altro per sicurezza. Ce ne sono tuttavia alcuni di meno pericolosi e un pò piu' etici degli altri, sebbene nessun prodotto animale sia etico:

LA CARNE è sicuramente la peggior cosa che l'uomo possa mangiare, e, come si può leggere nel capitolo seguente, anche in antichità ha sempre mangiato molto raramente e solo quando non aveva scelta. Oggi abbiamo la scelta, vediamo di scegliere bene.

Se proprio vuoi mangiare carne, la migliore è la carne di selvaggina, quindi capriolo, cinghiale (cervo, ma ce ne sono troppo pochi), lepre, tasso e gli uccelli selvatici. La peggiore è la carne di vitello, per le condizioni in cui allevano i vitelli e perchè li torturano privandoli di tutto il ferro nella loro alimentazione, causandogli una grave anemia. Sono talmente disperati che leccano le sbarre delle loro gabbie cercando di estrarre del ferro da lì, ovviamente senza risultati. Questo solo perchè gira la diceria che la carne bianca sarebbe meglio di quella rossa. La carne di vitello sarebbe naturalmente rossa ma la rendono bianca in questo orrendo modo. In ogni caso la carne bianca non è meglio di quella rossa, nè per la salute nè per gli animali stessi, anzi è peggio. Il pollo è la carne piu cancerogena che ci sia, secondo gli studi. Anche il tacchino è una delle carni peggiori che si possano comperare, sempre per come allevano i tacchini. Il maiale è da evitare perchè è molto grasso, e anche per come allevano i poveri maialini, che sono animali intelligenti come i cani. Li torturano nella maniera piu' atroce. Anche l'agnello è troppo grasso. Nel mezzo restano il manzo, il cavallo, la capra, la pecora e il coniglio, che al pari dei cani e dei gatti sono una via di mezzo tra la selvaggina e i sopraelencati. Meno dannosi per l'organismo, se mangiati solo una volta al mese, ma comunque molto spesso trattati in maniera disumana, però un pò meno disumana di maiale, tacchino, vitello.

Diversa è la situazione in caso di animali propri: per chi possiede delle galline per esempio la carne dei suoi stessi animali è la migliore che possa mangiare. In quel modo sa come sono stati trattati gli animali dall'inizio alla fine (eccetto se li manda a macellare altrove), sa che cosa hanno mangiato e come hanno vissuto e ha anche un'affinità con loro.

I LATTICINI Gli studi di Campbell sono stati fatti principalmente sui latticini, quindi sono decisamente out. Inoltre, per quanto riguarda la parte etica, gli allevamenti di mucche da latte sottopongono madri e figli alle stesse torture di quelle degli animali allevati per la carne, se non peggio.

IL PESCE Il pesce ha un'ottima fama come portatore di grassi polinsaturi Omega 3 e finora veniva sempre consigliato contro i problemi cardiovascolari. Oggi purtroppo non si può piu' contare sul pesce per la propria salute perchè il contenuto in metalli pesanti di tutto il pesce esistente sulla Terra è diventato talmente alto da superare il vantaggio che hanno gli Omega 3. Altissime dosi di mercurio, piombo, cadmio eccetera vengono riscontrate in tutti i pesci sia di mare che di allevamento, in quelli di allevamento si aggiungono gli antibiotici e gli ormoni per la crescita. I metalli pesanti sono estremamente dannosi per il nostro organismo perchè non possono essere espulsi in (quasi) nessun modo e quindi restano per tutta la vita negli organi e nei tessuti avvelenandoci continuamente. Si pensa che molte sindromi moderne come l'autismo, il parkinson ecc... siano causate da alti livelli di intossicamento, in particolar modo nel cervello, dove si deposita il mercurio. A tutto ciò si aggiunge la sofferenza di moltissimi pesci e altri animali acquatici, sia quelli che sono destinati a finire nel piatto, che vengono lasciati soffocare, sia quelli che sono catturati dalle reti involontariamente ma muoiono lo stesso con molta sofferenza. Per pescare il tonno ad esempio si catturano anche molti delfini, per i gamberi è ancora peggio, perchè nelle reti fini restano impigliati tutti gli esseri viventi che passano per caso di là.

Chi vuole comunque mangiare pesce, ha fatto sicuramente una scelta migliore di chi sceglie di continuare a mangiare carne. I pesci piu sani per noi sono i pesci dei mari freddi, il salmone, le aringhe, il merluzzo, lo sgombro, eccetera, perchè contengono piu' Omega 3. I pesci del mare adriatico invece pare siano meno contaminati di metalli pesanti di quelli dell'atlantico e del pacifico. Consiglio in ogni caso di scegliere del pesce europeo e non prendere mai pesci o crostacei che provengono da lontano (Thailandia, India e cosi via). I pesci selvaggi sono sempre meglio dei pesci di allevamento, ai quali oltre ai metalli tossici si aggiungono anche i medicinali e antibiotici.

LE UOVA Una volta si pensava facessero male perchè contengono molto colesterolo, adesso sappiamo che non è così grave perchè il colesterolo di per sè non è così dannoso, recenti studi confermano che fino al consumo di 2 uova al giorno non c'è differenza significante per quanto riguarda LDL e diabete, non si sa però se come la carne hanno un effetto cancerogeno. Inoltre anche gli allevamenti di galline sono degli istituti di tortura e inquinano l'ambiente. Se c'è un alimento animale piu' consigliato degli altri, sono proprio le uova, che io consiglio anche ai bambini dai 3 ai 10 anni, se non vengono da una famiglia vegana da molti anni e quindi con un'alimentazione già perfettamente equilibrata.

Alcune persone mangiano soltanto l'albume e buttano il tuorlo: questa è un'assurdità e un oltraggio a Madre Natura, nonchè una grave mancanza di rispetto verso la gallina che ha sofferto per darci il suo prezioso uovo. L'albume non contiene quasi nulla di sano per noi, è fatto principalmente di acqua, poche proteine e una sostanza nociva. Il tuorlo invece contiene tutto ciò che c'è di buono nell'uovo: proteine, vitamine, minerali, grassi utili. Il tuorlo ha piu' proteine dell'albume. Piuttosto bisognerebbe buttare l'albume, ma io consiglio di mangiare l'uovo intero per non sprecare nulla. Ben cotto anche l'albume non è nocivo.

IL MIELE il miele di per sè è escluso da quasi tutto ciò che si è detto qui sopra, quindi si può consumare tranquillamente, resta solo il fatto che è un furto portare via il nutrimento alle api, le quali vengono nutrite con il velenosissimo zucchero bianco. Inoltre il miele di bosco è nient'altro che le feci degli acari degli alberi, che vengono raccolte dalle formiche e dalle api per cibarsene perchè sono ricche di zucchero. Le api poi rielaborano queste feci per farne il miele ma la materia prima resta comunque in origine un escremento.

Per ulteriori dettagli si prega di leggere il mio articolo Alimentazione Vegana, in pdf da scaricare.

FAQ:

Il cancro e i tumori hanno però anche tante altre cause?

Certo, per ogni malattia le cause sono sempre multiple, e ci sono anche altre sostanze cancerogene, non sarebbe sano nemmeno mangiare una sigaretta al giorno o dell'ammianto al posto del grana sulla pasta, però secondo gli studi, se non si mangiano prodotti animali le sostanze cancerogene hanno una bassissima probabilità di provocare dei tumori o il cancro.

In ogni caso, tra tutte le sostanze cancerogene, la carne e il formaggio sono le peggiori. Qualche esempio in numeri:

Di tutti i tumori analizzati, solo nel 3% sono state riscontrate cause genetiche, e in piu' si scoperto che l'effetto dei geni sul corpo è influenzabile dall'ambiente.

90% dei pazienti con cancro ai polmoni fumava, ma solo il 2% di tutti i fumatori avrà un cancro ai polmoni.

L'essere umano ha sempre mangiato carne, se fosse così ci saremmo estinti migliaia di anni fa

Non è mai stata consumata così tanta carne come al giorno d'oggi, fino a pochi decenni fa, al massimo 100 anni, si mangiavano principalmente prodotti vegetali, ev. latticini e uova, ma la carne è sempre stata un lusso. Anche i nostri antenati preistorici del Paleolitico, a differenza di quanto creda la popolazione, si cibavano principalmente di vegetali e la caccia restava l'ultima risorsa, che è stata usata soprattutto nel periodo della grande glaciazione quando non c'era altro.

I cosiddetti hunter-gatherer, cioè i popoli che si nutrivano di caccia e raccolta che hanno popolato la terra per milioni di anni fino a circa 10'000-12'000 anni fa, passavano la giornata a raccogliere radici, foglie, frutti, e tutte le parti delle piante che conoscevano come commestibili, che erano moltissime, mangiavano una gran varietà di piante una volta, almeno 10 volte la varietà di verdura che abbiamo oggi. Quando le trovavano, mangiavano anche le uova di uccello (principalmente in primavera). I popoli che abitavano in riva al mare pescavano e mangiavano tutti i crostacei disponibili. La carne che mangiavano proveniva principalmente da vermi, insetti e piccoli animali come topi e conigli. Raramente cacciavano un animale piu grande.

Diversa era la situazione per il Neanderthaler, che ha dovuto adattarsi alle severe condizioni della glaciazione in Europa e cacciava perchè non riusciva a trovare abbastanza piante da mangiare. Sono stati loro ad iniziare a cacciare anche i grandi animali come i bisonti e i mammuth, con grande sforzo e perdita di vite durante la caccia, soltanto perchè era l'unica possibilità che avevano per la sopravvivenza di tutta la tribu', nel mezzo delle distese innevate e ghiacciate. E' risaputo che i Neanderthaler, per quanto erano molto forti, avevano una salute molto peggiore della nostra, vivevano meno a lungo e si sono estinti.

Anche a partire dal Neolitico quando l'umanità si fece sedentaria e incominciò l'allevamento, gli animali servivano per fornire latticini e uova ma non venivano quasi mai macellati, erano troppo preziosi per essere mangiati. Da fonti storiche sappiamo che i popoli piu' antichi come ad esempio i Babilonesi si nutrivano principalmente di cereali e prodotti dell'orto.

In ogni caso, fino a poco piu di 100 anni fa la vita media era 35, massimo 45 anni. Per forza pochi morivano di cancro o di infarto, la maggior parte morivano molto prima di qualcos'altro.

Questo argomento è trattato in modo piu dettagliato nel mio articolo: Alimentazione vegana.

Ma io sono gruppo sanguigno 0, quindi posso mangiare carne, giusto?

Al gruppo sanguigno 0 finora chi ha studiato la tesi (non provata) sui gruppi sanguigni ha sempre consigliato di mangiare anche carne ogni tanto, io per prima, sbagliando, per il seguente motivo: 

il gruppo sanguigno 0 è il primo che sia mai esistito, quindi il gruppo sanguigno dell'uomo del Paleolitico, solo nel Neolitico è apparso il gruppo A, e gli altri piu' tardi ancora. Il fatto di pensare che le persone con gruppo sanguigno 0 avessero bisogno di carne si basava sulla credenza che nel Paleolitico si mangiasse principalmente carne, credenza che poi è stata rivelata errata. I nostri primissimi antenati erano addirittura vegani, come lo sono i gorilla, e molte altre scimmie, i nostri parenti piu prossimi. L'unica cosa che sicuramente è vera è che nel Paleolitico non si mangiavano i cereali, o solo in piccolissime quantità perchè raccolti dalle piante selvatiche. Quindi chi ha gruppo sanguigno 0 piu' che mangiare carne dovrebbe evitare il glutine. E' però molto incerto quanta influenza abbiano veramente i gruppi sanguigni sull nostro metabolismo. La scienza medica dice che non ne hanno affatto. E' probabile che abbiano una certa influenza, ma non è da sopravvalutare.

E l'allevamento biologico?

Di certo è meglio di quello industriale, e se proprio si mangiano prodotti animali, devono essere assolutamente biologici.

Però la maggior parte dei punti sovraelencati rimane valido, inoltre anche gli animali da allevamento biologico sono colmi di tossine ambientali che derivano dal loro cibo, perchè sono alla fine della catena alimentare e quindi le immagazzinano tutte nel corso della loro vita e poi noi le assumiamo tutte su una volta. E poi molti allevamenti che dicono di essere biologici trattano gli animali lo stesso in modo poco etico, per esempio separano i vitelli appena nati dalla madre.

La cosa peggiore di tutti gli allevamenti biologici purtroppo resta sempre il metodo di uccisione: anche gli animali biologici vengono portati negli stessi macelli come gli altri e uccisi sotto sadica tortura, perchè la legge vieta ai piccoli contadini di macellare in casa.

Io sono incinta, devo mangiare carne per avere tutto il nutrimento necessario per il piccolo, vero?

No, assolutamente, anzi è proprio il momento di cambiare alimentazione perchè le tossine presenti nei prodotti animali si accumulano nel nostro organismo, il quale fa fatica a smaltirle, e poi passano direttamente al feto attraverso il sangue, e al bambino attraverso il latte materno. Uno studio inglese ha scoperto che il latte delle donne vegane è in media 35 volte migliore di quello delle donne onnivore. Se vuoi essere sicura di non avere carenze informati bene sulla corretta alimentazione vegana. Il primo passo è quello di leggere il mio articolo Alimentazione vegana e poi venire da me, o, se abiti lontano, da una brava nutrizionista specializzata in alimentazione vegana.

Io non riesco ad essere vegano, a parte il fatto che i prodotti animali mi piacciono, ne sento proprio il bisogno.

Già, lo pensano quasi tutti prima di avere il coraggio di fare il salto all'alimentazione vegana, per poi accorgersi che era un'illusione e che avrebbero fatto meglio a decidersi prima, perchè adesso stanno molto meglio in tutti i sensi. Le voglie di determinati cibi, che possono arrivare a sembrare davvero una necessità con sintomi corporei, in realtà sono delle dipendenze, create dai cibi stessi in cooperazione con le nostre cellule adipose che li richiedono per riempire le loro scorte, o con altre parti del nostro corpo. Una volta che si smette un determinato alimento, dopo 2-3 settimane o al massimo per i piu dipendenti qualche mese, non si sente piu la voglia, anzi si prova repulsione. Questo accade moltissimo per i latticini, che portano a dipendenza molto rapidamente, ma anche con gli altri prodotti. Questa dipendenza poi è ulteriormente rinforzata dal fatto che magari noi mangiamo i prodotti animali al posto di legumi, noci e altre fonti di proteine vegetali, ma se mangiassimo piu proteine vegetali non ne sentiremmo il bisogno. Quindi il primo passo da fare è aggiungere, non levare. Prova ad aggiungere giornalmente nella tua dieta cibi contenti proteine di alta qualità come fagioli, ceci, soia, noci, nocciole, mandorle, semi di zucca e tanta verdura per il ferro e gli altri minerali. 

Per ultima, una nota personale: io per decenni, da quando avevo poco piu di 20 anni, sono stata vegetariana, e in alcuni periodi ho mangiato anche sporadicamente piccole quantità di carne e pesce. Sono anemica di nascita e mi hanno sempre detto che non posso fare a meno di mangiare carne, anche se io non ci ho mai creduto veramente. Ho sempre mangiato integrale e prevalentemente biologico e ho sempre evitato il piu possibile lo zucchero e gli alcolici e non ho mai mangiato prodotti industriali. Digiunavo periodicamente e curavo bene la mia salute. Stavo mediamente bene, ma non avevo idea di cosa mi perdevo: da quando sono completamente vegana, nonostante mangi sempre tanto, oltre la sazietà, e non abbia mai cercato di perdere peso, sono dimagrita automaticamente di circa 10 Kg, e nonostante abbia quasi 50 anni, tutti i tessuti si sono rassodati, la pelle è piu' bella e sembro piu giovane, le mie prestazioni mentali sono tornate ad essere quelle di 10 anni fa, è migliorato il mio umore e ho molta piu' vitalità, inoltre i miei acciacchi dell'età (reumatismi, problemi di cuore...) sono diminuiti moltissimo. Mi sono sempre piaciuti moltissimo i latticini, anche la carne, adoro il pesce e le uova. Però sinceramente, non tornerei mai piu' indietro perchè sto talmente bene. Si trovano anche altre cose per soddisfare le golosità del palato, ma niente altro ci può dare la meravigliosa sensazione di essere così sana e vitale, flessibile e radiosa come quando il nostro corpo è libero da tossine e nutrito con cibi sani, vitali e pieni di energia positiva.

Scarica e leggi il pdf: Alimentazione vegana o richiedi il mio libretto "Alimentazione vegana" per avere piu' spiegazioni su tutto questo e capire come si fa a nutrirsi in modo completamente vegano senza incorrere in rischio di carenze.

Vedi anche il sito www.provegan.info

Greenspirit Medicina Naturale

Silvia Vianello, Naturopata Svizzera diplomata all'Accademia di Medicina Naturale di Basilea (ANHK) in naturopatia e TCM, medicina tradizionale cinese (agopuntura e Tuina).

Riconosciuta da tutte le assicurazioni malattia per medicina complementare

Via al Ticino 15, 6514 Sementina,  Bellinzona TI

(stabile Sonja, proprio di fronte alla Migros)

mail: silvia.vianello@gmx.net

 

Tel. 076 6967849

Tutti i diritti riservati a Greenspirit di Earth Spirit Events KLG, Bellinzona

ultimo aggiornamento sito: agosto 2020

ee2c25ce7c-Facebook-128.png