• Silvia

Zuppa asiatica di accompagnamento

Infine, per arrotondare il menu di Pasqua, vi propongo questa zuppetta, che sembra trascurabile ma non lo è affatto, anzi è importantissima e adesso vi spiego perchè:

In tutta l'Asia si usa accompagnare i pasti, soprattutto quelli abbondanti, con una zuppa leggera a base di soia o di miso, poca verdura, ben speziata e dal gusto che armonizza tutti i 5/6 gusti (acido, dolce, amaro, salato, umami e spesso anche piccante). Questa zuppa, che si mette a fianco del piatto e si beve/mangia ogni tanto durante tutto il pasto, serve per digerire il resto. Io la consiglio moltissimo, perchè aiuta lo stomaco, dona benessere e rende tutto il pasto molto piu' piacevole e quindi anche i commensali piu' felici. E' adattabile ai gusti personali, l'importante è che sia leggera e dal gusto armonico. In questo articolo vi spiegherò come si armonizza un piatto secondo la cucina asiatica.


Per una buona zuppa digestiva, bollire un pò di acqua in un pentolino. Nell'acqua bollente si buttano gli ingredienti scelti uno per uno a seconda dei loro tempi di cottura, alcuni si mettono dopo averla levata dal fuoco. Gli ingredienti sono verdura tagliata a pezzi, salsa di soia e/o miso, spezie, eventualmente alghe. I piu' usati sono:


-cipollotti primavera (molto importanti) circa mezzo a persona

-carote o altra verdura dolce, non troppe

-funghi, preferibilmente shitake oppure anche champignons, ma si può fare anche senza funghi

-asparagi o fagiolini o altra verdura verde leggera di stagione, pochi

-alghe, facoltativo. Possono essere di qualsiasi tipo, sia grandi che piccole.

-salsa di soia, poca

-miso, facoltativo ma consigliato, poco.

-zenzero, curcuma, chili e altre spezie a piacere, in abbondanza.


La verdura piu' dura va messa per prima, poi il resto, i cipollotti per ultimi, devono restare quasi crudi. Anche il miso va messo dopo aver levato la pentola dal fuoco. Mentre le spezie vanno messe per prime. La zuppa va cotta poco, solo il minimo indispensabile, soprattutto in primavera, e servita molto calda all'inizio del pasto assieme a tutto il resto.


Il modo per armonizzare i gusti è:


-salato: in questa zuppa non si mette sale, solo salsa di soia, che ha il salato giusto. Il resto del pasto sarà probabilmente anche troppo salato, quindi è meglio non aggiungere assolutamente sale nella zuppa.


-dolce: le carote sono sufficienti, altrimenti si può scegliere un altro tipo di verdura dolce ad esempio il finocchio. Si può anche lasciare del tutto. Probabilmente anche il dolce sarà già sovrastimolato dal resto del pasto. Dolci sono tutti i cereali, i grassi e molte altre cose, oltre ai dolci veri e propri.


-amaro: l'amaro è molto importante per digerire. Le spezie asiatiche contengono sempre anche il gusto amaro, se usate una miscela cinese o thai dovrebbe andare bene, altrimenti si possono usare: curcuma, che aiuta moltissimo lo stomaco, rosmarino, salvia, cumino, buccia di agrumi bio, tarassaco.


-acido: la zuppa deve avere una nota di acido, è molto importante per la digestione e per contrastare l'amaro. Le ricette asiatiche quasi sempre consigliano il succo di lime o il tamarindo, io metto il succo di limone che è buonissimo lo stesso. Le prime volte bisogna assaggiare la zuppa per mettere esattamente la dose giusta di limone, non deve essere troppo ma si deve sentire, soprattutto deve riequilibrare tutto il resto.


-umami: è il gusto scoperto recentemente, per il quale esistono papille gustative sulla nostra lingua. Si tratta di un gusto che si può definire "speziato" ma in realtà non esiste descrizione, come non esiste per gli altri gusti. In ogni caso la salsa di soia ha molto umami, quindi se mettete quella siete a posto. Anche il miso è umami, si può mettere in aggiunta alla salsa di soia oppure al suo posto. Nel caso non abbiate ne l'uno nè, l'altro, bè vi consiglio di andare a fare la spesa :D perchè per cucinare vegano servono spesso. Nel frattempo la zuppa si potrebbe ancora salvare con aglio rosolato nell'olio, però non è l'ideale per digerire, e altre spezie come paprika, alloro, coriandolo, qualche erba... ad esempio una miscela per arrosti, per patate, per cuscus o qualcosa del genere.


-piccante: non è un gusto quindi se ne può anche fare a meno, o usare solo un pò di zenzero che è perfetto per digerire. Però di solito le zuppe asiatiche sono piccanti, quindi chi ama il piccante aggiunga pure a volontà un pezzo di chili rosso o altro.



Con questo ho concluso il menu' pasquale per pranzo o cena. Auguro a tutti buon appetito e un ottimo pranzo di Pasqua nel pieno rispetto della Natura e degli animali!


Ci rivediamo presto con altre ricette vegane sempre sul blog di cucina di Greenspirit!

Eventualmente metterò qualche ricetta per il brunch di Pasqua, anche se di quelle se ne trovano a bizzeffe su internet, ma forse mi viene in mente qualcosa di originale... chissà. A presto!


0 visualizzazioni

Greenspirit Medicina Naturale

Silvia Vianello, Naturopata Svizzera diplomata all'Accademia di Medicina Naturale di Basilea (ANHK) in naturopatia e TCM, medicina tradizionale cinese (agopuntura e Tuina).

Riconosciuta da tutte le assicurazioni malattia per medicina complementare

Via al Ticino 15, 6514 Sementina,  Bellinzona TI

(stabile Sonja, proprio di fronte alla Migros)

mail: silvia.vianello@gmx.net

 

Tel. 076 6967849

Tutti i diritti riservati a Greenspirit di Earth Spirit Events KLG, Bellinzona 2020

ee2c25ce7c-Facebook-128.png