Greenspirit Medicina Naturale

Silvia Vianello, Naturopata Svizzera diplomata all'Accademia di Medicina Naturale di Basilea (ANHK) in naturopatia e TCM, medicina tradizionale cinese (agopuntura e Tuina).

Riconosciuta da tutte le assicurazioni malattia per medicina complementare

ZONA BELLINZONA: Carrale Piemoretti 3, Sementina,  Bellinzona TI

ZONA BASEL: Tramstrasse 59, 4132 Muttenz BL

mail: silvia.vianello@gmx.net

 

Tel. 076 6967849

Tutti i diritti riservati a Greenspirit di Earth Spirit Events KLG, Bellinzona 2020

ee2c25ce7c-Facebook-128.png
  • Silvia

Polpette di grano saraceno


Il grano saraceno è un pseudocereale, cioè una pianta che non fa parte della famiglia delle Graminacee, i quali semi però hanno caratteristiche simili e vengono usati in cucina allo stesso modo dei cereali. Il grano saraceno, come dice il nome, è stato importato dall'oriente nel Medioevo e viene usato tradizionalmente soprattutto sulle Alpi: in Trentino Alto Adige per numerosi piatti come la famosa torta di grano saraceno, in Valtellina per la polenta taragna, che si usa molto anche in Ticino, per i pizzoccheri e altro. Da qualche decennio a questa parte ha acquistato sempre piu' popolarità grazie alle sue ottime proprietà nutritive: il grano saraceno, non essendo un cereale, è completamente privo di glutine, in cambio contiene tutti gli aminoacidi essenziali e quindi è un'ottima fonte di proteine vegetali, oltre che di carboidrati. Inoltre ha anche proprietà antiinfiammatorie e vasoprotettive, infatti viene usato anche come erba medicinale per rinforzare le vene e i capillari in periferia.


Nel frattempo esistono moltissime ricette con il grano saraceno, vengono fatte anche le cose piu' improbabili, io preferisco stare sul classico e quindi vi propongo questa semplice e buona ricetta che ho inventato io qualche decennio or sono e sempre fatto con molto successo.


INGREDIENTI

300g di grano saraceno intero

1.2 Litri di acqua

2 foglie di alloro

½ cucchiaino di sale

1 cucchiaino di semi di coriandolo macinati

2 carote grattugiate

1 zucchina media o altra verdura grattugiata o tritata

2 spicchio di aglio spremuto o tritato

1 mazzetto di prezzemolo e altre erbe fresche tritate


PREPARAZIONE

Cuocere il grano saraceno in un pentolino con l'acqua, l'alloro, il sale e il coriandolo a fuoco basso per 20 minuti, poi lasciar riposare altri 10 coperto.

In una terrina mescolare tutti gli altri ingredienti, poi unire il grano saraceno cotto, mescolare bene, con le mani bagnate formare delle polpette, schiacciarle bene e rosolarle in una padella con abbondante olio di oliva a fuoco medio/alto da entrambi i lati. Le polpette si lasciano girare solo quando sono ben rosolate, se tentate di girarle troppo presto si sfaldano. In ogni caso, per girarle serve molta abilità, perché sono molto morbide. Tenere il fuoco alto all'inizio aiuta, perché da abbrustolite diventano più dure. Per agevolare la cottura è possibile aggiungere alla pasta cruda un po’ di farina, anche senza glutine, 1 cucchiaio colmo o al massimo 2 (50g).





E' una ricetta semplice e abbastanza veloce, ci vuole mezz'ora per cuocere il grano saraceno ma poi una volta cotto le polpette si fanno abbastanza rapidamente.


Le polpette di grano saraceno si possono adattare alla voglia del momento e alla stagione: in autunno e in primavera al posto della zucchina si può mettere una cipolla, inoltre si possono aggiungere anche semi di zucca o altri semi, altra verdura o farle anche senza verdura, sono sempre buone. Di gusto consiglio però di stare sempre sull'abbinamento aglio/erbe fresche o almeno prezzemolo che sta benissimo con il gusto del grano saraceno.



Come tutte le altre polpette di cereali, stanno benissimo con qualsiasi contorno: insalata e verdura cotta di tutti i tipi. Sono ottime anche per i bambini, il grano saraceno è molto morbido e digeribile. Provate le vostre varianti!



16 visualizzazioni